ASSOCIAZIONE COMBATTENTI X FLOTTIGLIA MAS

REGOLAMENTO

ARTICOLO   1

Stemma – Bandiera – Distintivo – Medagliere

  1. Lo Stemma è costituito dallo scudetto di forma e dimensioni definite, con bordo a cavetto dorato, campo azzurro, X in rosso, teschio con rosa in bocca, come da marchio depositato ad esclusivo nome dell’Associazione Decima Flottiglia MAS. Il medesimo è accettato ed in corso di validità presso l’Ufficio Marchi e Brevetti del Ministero dello Sviluppo Economico.
  2. La Bandiera è quella storica della Marina da Guerra Repubblicana, con due nastri azzurri e la scritta “Associazione Combattenti X Flottiglia Mas” come da Statuto del 1952 voluto dal Comandante Borghese M.O.V.M., non modificabile e senza aggiunte di sigla alcuna. Non si concedono nulla osta per l’uso della Bandiera da Guerra.
  3. Il Distintivo è quello originario, costituito da una X in rosso in bordato giallo, dell’altezza di 1 cm.
  4. Il Medagliere è di forma classica rettangolare, di tela azzurra, e reca le 37 M.O.V.M. assegnate alla Decima Flottiglia MAS, scudetto Decima e a caratteri color oro la scritta: Marinai d’Italia, attestante l’Atto d’Intesa stipulato.
  5. I Labari sono solamente quelli dei Reparti della Decima Flottiglia MAS del Com.te Borghese. Veto assoluto per l’uso di altri vessilli. La DECIMA rimane unica e respinge ogni similitudine con reparti che avevano fatto scelte diverse.
  6. Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di autorizzare un socio ad essere alfiere in occasioni di raduni e/o cerimonie con apposita scorta. L’alfiere porterà i guanti bianchi e il basco grigio-verde.
  7. I licenziatari ufficiali del nostro marchio depositato sono due: Memphis Belle di Genova e Giacoia di Taranto. Gli altri sono considerati abusivi e civilmente perseguibili.

 

ARTICOLO   2

Tessera – Contrassegni

La tessera sociale è documento di riconoscimento valido in seno all’Associazione. Viene rilasciata ai Soci dalla Presidenza ed è conforme al modello creato dal Comandante Junio Valerio Borghese.

Nei casi di espulsione, non rinnovi e dimissioni, la tessera deve essere restituita alla Segreteria Nazionale.

La tessera deve essere munita della fotografia del Socio e deve portare la firma del Presidente, il timbro dell’Associazione, la firma del titolare, le sue generalità e il numero progressivo.

Il rinnovo annuale della tessera, da effettuarsi entro i primi 90 giorni dell’anno, implica il versa-mento della quota prescritta e viene convalidato mediante applicazione di un bollino, avente l’indicazione dell’anno, realizzato a cura della Segreteria e spedito al socio a conferma della regolare posizione.

I soci possono portare, applicati sulla parte sinistra della giacca o della camicia, i nastrini delle decorazioni, oltreché le insegne metalliche di formato grande o piccolo indicanti il reparto, con autorizzate dalla Presidenza. Possono dotarsi di basco in panno grigio-verde riportante fregio con ancora. Per gli eventi ufficiali con la Marina Militare è d’obbligo la divisa A.N.M.I. con la variante concessa dall’Atto d’Intesa del 2009. Per gli altri eventi: maglia blu invernale e bianca estiva. Agli eventi sportivi i soci partecipanti avranno concessioni diverse ed intese per le sole gare, salvo diversa autorizzazione scritta preventiva del Presidente.

È assolutamente vietata la produzione in proprio ed il mercanteggio.

 

ARTICOLO   3

Soci

Sono Soci d’Onore le M.O.V.M, rappresentati sul Medagliere Nazionale dell’Associazione. I Veterani ns. associati sono tutti riconosciuti Soci BENEMERITI (unitamente a pochissimi del Gr. J.V.B. definiti dal Direttivo in carica). Rimane la qualifica Socio ad Honorem per i non Veterani, assegnata solamente in casi unici ed importantissimi per l’Associazione.

Tutti i nuovi Soci devono presentare domanda sul modulo prescritto disponibile nel sito internet.

Le domande d’iscrizione, che devono essere sottoscritte da due soci presentatori, inviate alla Segreteria per il tramite dei Consiglieri nazionali di zona e sempre approvate dal Consiglio Direttivo in carica, senza alcuna forma di intermediazione o gestione da parte di soggetti diversi.

Perdita della qualità di Socio:

  1. Si considera che non facciano più parte dell’Associazione i Soci che non hanno versato la quota sociale per un anno (escluso i veterani).
  2. La perdita della qualità di socio può avvenire per dimissioni o per radiazione decisa dal Consiglio Direttivo. Contro la proposta di radiazione è ammesso ricorso entro 30 (trenta) giorni dalla comunicazione, fatto con raccomandata A.R., al Collegio dei Probiviri, da indirizzare in Segreteria. Contro la decisione negativa dei Probiviri, l’espulsione è definitiva.
  3. Gli espulsi e coloro che si sono allontanati per controversie associative NON possono più far parte dell’Associazione e tantomeno invitare, promuovere o partecipare a nessun evento con la Decima Flottiglia MAS. Le tessere devono essere rese, in quanto divenute prive di valore associativo.
  4. Le espulsioni avvengono sempre ed esclusivamente dopo il parere unanime del Consiglio Direttivo in carica compreso il Presidente.

 

ARTICOLO   4

Diritti e Doveri del Socio

Diritti dei soci:

  • Esprimere il proprio parere associativo, solo per iscritto in Segreteria e non con le telefonate o le mail ai singoli componenti del Direttivo. Collaborare senza denigrare il lavoro altrui.
  • Fregiarsi del distintivo X.
  • Ricevere le pubblicazioni sociali, possibilmente iscrivendosi alla newsletter.
  • Previa autorizzazione scritta del Consiglio Direttivo, fregiare le proprie pubblicazioni od opere d’arte con il distintivo sociale (Mai lo Scudetto).

 

Doveri dei soci:

  • Pagare tempestivamente la quota sociale entro la fine del mese di marzo di ogni anno. Decorso inutilmente tale termine, verrà sospeso l’invio della Cambusa (esclusi i Veterani). Rinnovarla saltuariamente, o pagandola nell’imminenza delle elezioni associative, precluede l’esercizio del diritto di voto.
  • Osservare quanto dispongono lo Statuto, il Regolamento e le norme emanate dagli Organi dell’Associazione.
  • Rispettare gli altri Soci senza creare compartimenti, gruppi e/o sezioni periferiche inaccettabili, rispettando l’unicità organizzativa della Segreteria Nazionale.
  • Non pretendere personalmente di sapere, conoscere e divulgare notizie riservate. Si comunicherà solo con chi di competenza e nella modalità statutarie imposte.
  • Non scrivere per controversie associative direttamente al Presidente e ai componenti del Consiglio Direttivo.
  • Attenersi all’Atto d’Intesa con la Presidenza A.N.M.I. ricordando le varianti concesse per la divisa dei ns. associati. L’appartenenza associativa non è modificabile in base agli eventi e rimane l’interdizione all’uso improprio dei ns. vessilli, basco e scudetto per gli eventi esclusi dai nostri programmi.
  • Non creare blog, siti e pagine facebook con lo Scudetto e/o il nome Decima Flottiglia MAS.
  • Non promuovere conferenze in proprio a nome dell’Associazione Decima Flottiglia MAS.

 

ARTICOLO   5

Controversie

Ogni controversia che dovesse sorgere tra l’Associazione ed un socio o tra singoli soci non potrà essere sottoposta all’Autorità Giudiziaria od all’Arbitrato, se prima non sarà adito il Collegio dei Probiviri per la decisione associativa finale.

 

ARTICOLO   6

Assemblea

  1. La data, il luogo, l’ora e l’ordine del giorno dell’Assemblea, devono essere comunicati ai soci tempestivamente e, comunque, 25 (venticinque) giorni prima della stessa come da Statuto vigente.
  2. Sono ammessi alle votazioni dell’Ordine del Giorno tutti i soci in regola con il versamento della quota sociale continuativa di anni due come da Statuto vigente.
  3. L’Ordine del Giorno è tassativo ed esclusivo per le elezioni da farsi. Argomentazioni diverse non saranno poste in discussione. Possono essere candidati alla carica di Consigliere del C.D., di Revisore dei Conti e dei Probiviri, tutti i Soci che non abbiano riportato, nel corso del precedente biennio, sanzioni di sospensione o revoca dalla carica. Gli espulsi e chi è allontanato per contrarietà associative NON sono candidabili e non si possono più iscrivere. L’elenco dei soggetti di cui al periodo che precede sarà conservato e depositato in Segreteria.
  4. Le candidature alla carica di Presidente e di Consigliere devono pervenire singolarmente in forma scritta alla Segreteria Nazionale, nei termini stabiliti. Per la Presidenza, oltre alla presentazione, sarà necessaria l’accettazione del candidato.

Queste singole candidature devono essere presentate alla Segreteria entro le ore 12 del 15° giorno che precede l’Assemblea. Le candidature devono essere presentate da almeno 3 (tre) soci in regola con il pagamento delle quote sociali di due annualità come da statuto vigente.

  1. La Segreteria nazionale preparerà l’elenco degli aventi diritto, oltre alle schede voto, con l’obbligo della non divulgazione preventiva.
  1. Il Presidente dell’Associazione uscente o Suo delegato, aprirà l’Assemblea per la nomina del Presidente della medesima.
  2. Il saluto DECIMA MARINAI rimane di competenza del Presidente o di Suo incaricato e non sono accettate e ammesse le improvvisazioni fuori luogo di nessuno.
  3. All’apertura ufficiale dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci, il Presidente dell’Assemblea, nominato per acclamazione dai soci presenti, propone l’elezione:

-       del Presidente dell’Associazione che può essere eletto per acclamazione o con voto segreto. Sempre un Veterano, finché possibile;

-       dei 6 (sei) consiglieri componenti il Consiglio Direttivo, con schede a voto segreto e possibilità di un massimo di 6 (sei) preferenze. Ogni socio potrà avere 3 (tre) deleghe e votare anche per i deleganti.

Il Presidente e il Consiglio Direttivo eletto sceglieranno il Vice Presidente, i 3 (tre) membri del Collegio dei Probiviri e i 3 (tre) componenti del Collegio dei Revisori dei Conti.

Ultimate le operazioni di scrutinio, il Presidente dell’Assemblea comunica il nominativo degli eletti e proclama il Presidente e i componenti del Consiglio Direttivo.

Di quanto precede deve essere redatto e firmato, da parte del verbalizzante, e controfirmati dal Presidente dell’Assemblea e dagli Scrutatori, il Registro delle Assemblee avente le pagine numerate e timbrate dal Notaio Cocchetti di Milano.

 

ARTICOLO   7

Settori di competenza dei Consiglieri del Direttivo

Ad ogni Consigliere del Direttivo, su indicazione del Presidente, potranno essere assegnate una o più competenze particolari:

  • Direttore del Notiziario – Sito internet – Facebook;
  • Organizzazione raduni – incontri – eventi;
  • Rassegna Stampa e Archivio Storico;
  • Consulenza legale per Brevetti e Marchi;
  • Collegamenti con le FF.AA.;
  • Tesoriere.

 

ARTICOLO   8

Probiviri

I componenti il Collegio dei Probiviri (3 effettivi) hanno l’obbligo di esaminare e risolvere in tempo breve, non oltre i tre mesi, ogni controversia scritta pervenuta da parte dei Soci, indirizzata alla Segreteria Nazionale, riferendone il giudizio conclusivo al Consiglio Direttivo per le decisioni definitive da adottare. Il Presidente del Collegio dei Probiviri, eletto tra i componenti a maggioranza degli stessi, potrà partecipare alle riunioni del Consiglio direttivo senza diritto di voto. I Probiviri non potranno in alcun modo ricevere telefonate o mail dirette in merito a richieste personali degli iscritti, che dovranno essere indirizzate esclusivamente all’indirizzo mail della Segreteria.

ARTICOLO   9

 

Revisori dei Conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti (3 effettivi) controlla l’amministrazione dell’Associazione e la contabilità. Il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, eletto tra i componenti a maggioranza degli stessi, potrà partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo senza diritto di voto. I Revisori dei Conti non potranno in alcun modo ricevere telefonate o mail dirette in merito a richieste personali degli iscritti, che dovranno essere indirizzate esclusivamente all’indirizzo mail della Segreteria.

 

ARTICOLO   10

Modifiche allo Statuto ed al Regolamento

Le modifiche dello Statuto sono proposte dai Soci al Consiglio Direttivo, che ne valuterà l’opportunità. Se positivamente valutate, verrà convocata in tempi brevi un’Assemblea Straordinaria nel corso della quale verranno votate singolarmente le modifiche richieste.

Le modifiche dello Statuto dovranno essere adottate dai Soci riuniti in Assemblea straordinaria con presenza di un Notaio e comunque sempre in base alle leggi vigenti in materia.

Le modifiche del Regolamento, coordinate con le norme dello Statuto, saranno adottate dal Consiglio Direttivo.

 

ARTICOLO   11

Ulteriori scopi

Per i principi e gli ideali storici della ns. Associazione non possono essere iscritti coloro che dimostrino di non accettare lo Statuto ed il Regolamento, unitamente a chi contesta abitudinariamente le decisioni degli Organi preposti al mantenimento rigoroso dell’esclusione imposta per gli espulsi e gli allontanati.

 

ARTICOLO   12

Gli associati potranno avere sulla tessera il corpo militare di appartenenza e, se militi-esenti, non potranno essere eletti alla carica di Vice Presidente e Presidente. Rimangono inalterati gli altri diritti e doveri uguali per tutti i Soci.

 

ARTICOLO   13

Le dimissioni per motivi leciti (salute o famiglia) dal Consiglio Direttivo non comportano la perdita della qualità di socio, tuttavia il soggetto dimissionario non potrà in futuro ricoprire cariche per anni tre.

In caso di dimissioni da cariche associative, per motivi diversi dai succitati, il socio non potrà mai più ricoprire cariche direttive. Resta altresì inteso che i dimissionari da socio Ordinario o Veterani e gli espulsi non possono più iscriversi con nuove domande d’adesione. Inoltre, le dimissioni da altre mansioni associative, se accettate, si intendono definitive e mai più revocabili.

 

ARTICOLO   14

L’archivio storico non è consultabile così come gli elenchi degli iscritti. Non si rilasciano documenti relativi al bilancio e ai contributi volontari. La riservatezza della Segreteria Nazionale deve essere mantenuta, per evitare la divulgazione di notizie inesatte e sempre tendenziose. Le spese per le ricerche storiche da altri archivi non vengono riconosciute dall’Associazione a nessun socio. Dette ricerche sono di competenza della Segreteria Nazionale, sempre dopo approvazione.

 

ARTICOLO   15

Le manifestazioni o eventi, sono sempre organizzati dalla Segreteria Nazionale con il benestare del Consiglio in carica e qualsiasi spesa organizzativa sarà sempre effettuata direttamente senza tramite alcuno. Nessun iscritto può partecipare ad eventi a nome e per conto dell’Associazione, se la stessa non sia stata invitata ufficialmente con comunicato scritto e, in ogni caso, solo dopo che il Consiglio Direttivo abbia concesso il nulla osta alla presenza. Rimane il veto assoluto di accedere alla Segreteria e pretendere informazioni personali o la consegna dei vessilli dell’Associazione.

Visto  e  firmato  a  Milano  in  data  9 dicembre 2017


 

L'unico sito ufficiale dell' Associazione Combattenti Decima Flottiglia MAS, l'unico in assoluto, è quello che state vedendo, non perchè lo diciamo noi, ma perchè lo affermano gli avvenimenti del 3 Febbraio 2007, giorno in cui sono state fatte delle elezioni regolarissime in base allo Statuto vigente, seguendo tutti i dettami e dalle quali è risultato Presidente eletto, l'aiutante di bandiera del Comandante Junio Valerio Borghese, il Guardiamarina Bordogna Mario e gli elettori, secondo Statuto, sono stati i Veterani e gli Aderenti con i medesimi diritti e doveri e in regola con il diritto di voto.

Segreteria Nazionale di Milano
DECIMA FLOTTIGLIA MAS
C.P. 33 20091 Bresso (MI)
Telefono 377 95.30.267
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla template freaks
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.