Foto d'epoca di giovani piloti. Le foto ci sono state mandate sia dai Veterani sia dai loro familiari, che ringraziamo sentitamente. Ricordiamo a tutti che se volete vedere le Vs foto pubblicate le potete mandare in Segreteria con l'autorizzazione alla pubblicazione. Una volta aveuto l'ok alla pubblicazione da parte del Presidente Bordogna saranno messe online. RICORDIAMO che le foto NON possono essere pubblicate su altre riviste e siti (come già successo) SENZA l'autorizzazione della Segreteria Nazionale di Milano.


 

Base Ovest Sanremo

 

dicembre 1944


“Base nella quale erano stati trasferiti i piloti del secondo corso tra i quali Giancarlo Panighini (M.A.V.M.). Da qui oltre alle missioni che facevano quasi tutte le sere per perlustrare i quadrati di mare che venivano assegnati ai vari piloti, il 24 aprile 1945 salparono i mezzi per l’ultima missione denominata “ONORE” diretti in parte verso le coste della Francia (per esempio Mentone), e altri verso la Corsica, tra i quali papà; in quell’occasione utilizzò un M.T.S.M., al comando del tenente di vascello Fabiani Loris.

La missione era senza ritorno, e i piloti trovarono mare forza nove: entrarono nel porto di Aiaccio per l’attacco sotto il fuoco nemico alle 11.30 (nella mattina del 25 aprile 1945). I piloti si accorsero che la nave che doveva trasportare materiale bellico in realtà era una nave della croce rossa che trasportava bambini: alcuni mezzi d’attacco si lanciarono contro la banchina e si fecero catturare; papà e Fabiani, che trasportavano in una cassetta sigillata i vessilli, alcune medaglia d’oro, i piani di attacco e i disegni dei mezzi d’assalto, ritornarono fuori dal porto e in una baia affondarono la cassetta, spiaggiarono e incendiarono il mezzo per non consegnarlo. Furono catturati dai partigiani corsi che dopo averli massacrati di botte li consegnarono alla milizia che li processò e li incriminò. Furono condotti alle carceri di Aiaccio e portati davanti al plotone di esecuzione per tre volte, forse per farli parlare.

Dopodichè furono trasferiti nel campo di concentramento di Bon Rencontre in Francia. Di papà so che rientrò in Italia, se non erro, a gennaio o febbraio del 1946. Nessuno di loro disse una parola ma solo nome, cognome, grado e matricola. È a uomini come questi che l’Italia deve dire grazie. Per l’onore… Sempre Decima”.


 

1a fila da sinistra: KUMMER (pilota Tedesco), Ing. Sicola (Dir. Museo Scienza e Tecnica Milano),  Gen. Aviazione Vianello Lanfranco, Perbellini Sergio, Dott.Poddine

2a fila da sinistra dietro Kummer: ????, Dott.Gemelli Marco, Boscherini Alberto,Zambruno Prof. Ezio, Ghirelli Dannunzio, Gemelli Augusto.

3a fila: Nipote di Fracassini, ???, Maddalena Gino, Panighini Giancarlo, ????.


L'unico sito ufficiale dell' Associazione Combattenti Decima Flottiglia MAS, l'unico in assoluto, è quello che state vedendo, non perchè lo diciamo noi, ma perchè lo affermano gli avvenimenti del 3 Febbraio 2007, giorno in cui sono state fatte delle elezioni regolarissime in base allo Statuto vigente, seguendo tutti i dettami e dalle quali è risultato Presidente eletto, l'aiutante di bandiera del Comandante Junio Valerio Borghese, il Guardiamarina Bordogna Mario e gli elettori, secondo Statuto, sono stati i Veterani e gli Aderenti con i medesimi diritti e doveri e in regola con il diritto di voto.

Segreteria Nazionale di Milano
DECIMA FLOTTIGLIA MAS
C.P. 33 20091 Bresso (MI)
Telefono 377 95.30.267
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla template freaks
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.